il portale della Chiesa Pisana

Duomo di Barga

Persone

Parroco

Mons. Stefano Serafini

Diacono

Diac. Luigi Moscardini

Canonico

Don Antonio Pieraccini

Le origini dell’edificio risalgono alla prima metà dell’XI secolo, allorché era intitolo ai Ss. Cristoforo e Jacopo. Nella seconda metà del secolo successivo la chiesa venne ampliata, ruotandola di 90 gradi e creando un imponente edificio a schema basilicale. Un ulteriore rimaneggiamento, con l’innalzamento delle navate laterali e la costruzione dell’ambone, conservato ancor’oggi, avvenne nella prima metà del XIII secolo. Un successivo ampliamento fu realizzato nella seconda metà del Trecento, mentre nel XVI secolo furono aggiunte tre cappelle. Danneggiato nel terremoto del 1920, fu radicalmente restaurato tre il 1926 e il 1939.

Il 23 gennaio 1390 il vescovo di Lucca vi trasferì il titolo, la giurisdizione e i beni della pieve di Loppia e la chiesa assunse il titolo di S. Maria, S. Cristoforo e S. Jacopo, ridotto al solo S. Cristoforo nel 1642. Barga fu unita alla diocesi di Pisa il 18 luglio 1789.

La prima notizia della Collegiata si trova nella bolla di Alessandro IV del 1256 con la quale viene concesso il fonte battesimale alla chiesa di Barga. Non si hanno notizie della Collegiata dal sec. XV alla seconda metà del sec. XVII. Essa risorse nel 1673 a seguito della donazione testamentaria di don Leonardo Sarti, rettore di Sommocolonia.

La Collegiata si componeva di 12 Canonici, un Arcidiacono (nominato dalla famiglia Carlini per diritto di patronato) e un Arciprete (nominato, per lo stesso motivo, dalla famiglia Bertacchi). Essa era presieduta dal Pievano (poi proposto) di Barga.