il portale della Chiesa Pisana

Vita Nova del 27 Novembre 2022

IN ARRIVO IL NUMERO DI TOSCANA OGGI/VITA NOVA DEL 27 NOVEMBRE 2022
È in arrivo nelle case degli abbonati e in parrocchia il numero di Toscana Oggi datato 27 novembre 2022. Qui vedete la prima pagina del dorso diocesano.

La foto di copertina è dedicata ad un gruppo di giovani della diocesi, che nello scorso week-end hanno vissuto la loro Giornata mondiale della gioventù. Maria Rita Battaglia ha seguito la celebrazione eucaristica conclusiva, presieduta da don Salvatore Glorioso, direttore della pastorale giovanile e vocazionale della nostra diocesi ed ospitata nella chiesa di Santa Caterina. Al termine della celebrazione, i giovani del piano di Pisa hanno ricevuto in affidamento la croce del Giubileo del 2000 che passerà di vicariato in vicariato. Una «peregrinatio» che servirà anche ad annunciare la prossima Gmg che si svolgerà a Lisbona dal 1 al 6 di agosto. 

«Camminare insieme sulla via degli ultimi» era il titolo del convegno ospitato sabato scorso alle Officine Garibaldi. Occasione per ricordare i cinquant’anni di presenza della Caritas nella diocesi di Pisa. Al convegno ha partecipato, tra gli altri, anche il direttore nazionale Caritas don Marco Pagniello. Il servizio è a pagina III.

Sarà presentato il prossimo sabato 26 novembre alle ore 16 nella chiesa di Santa Caterina d’Alessandria il libro del professor Giulio Fabbri «L’Istituto di Santa Caterina nella storia della Chiesa Pisana dalla morte del cardinale Pietro Maffi all’apertura del Concilio Vaticano II (1931-1962). Alessio Diotisalvi l’ha letto per noi. La recensione è a pagina IV. 

A Tirrenia i frati conventuali hanno dato vita al Cenacolo del Vangelo. «L’immagine che ci ha ispirato – raccontano a “Vita Nova” – è stata quella del primo cenacolo di Gerusalemme, quella stanza superiore/piano superiore (cfr Lc 22,12; At 1,13) luogo di incontro legato alle vicende della tradizione della prima comunità cristiana: la celebrazione dell’Eucaristia, la lavanda dei piedi, l’apparizione di Gesù dopo la risurrezione, l’elezione di Mattia, la perseveranza nella preghiera o la discesa dello Spirito Santo».
Molti anni fa la congregazione dei Passionisti del monastero dell’Angelo di Ponte a Moriano aveva compiuto a Colignola una missione ad gentes. A ricordo di quella missione, fu collocata una croce in ferro, che per tanto tempo ha «vigilato» sul passaggio di pedoni (prima) e di automobilisti (poi) diretti dalla via provinciale vicarese a via di Cisanello. Quella croce fu incidentalmente abbattuta nel novembre 2006: i suoi componenti rovinarono a terra e scomparvero misteriosamente dopo qualche giorno. Un artigiano locale, su commissione di Umberto ed Ugo Mugnaini, del centro Le Querciole, ha realizzato una copia di quella antica croce, che verrà ricollocata sulla rotonda che collega le due strade. Una vicenda ricostruita da Andrea Bernardini a pagina VI del settimanale.

Dalle Gondole alla Tabaccaia: è l’itinerario compiuto nei giorni scorsi da Nino Guidi, guida ambientale e nostro prezioso collaboratore, con alcuni giovanissimi viandanti. È lo stesso Guidi a parlarne in «Girovagar di loco in loco» a pagina VII.

Luigi Puccini, invece, racconta dei «Thè di Toscana Oggi». Nel primo, ospitato negli scorsi giorni al cenacolo della chiesa dei Cavalieri, don Luca Baù, direttore dell’ufficio diocesano delle comunicazioni sociali, ha dialogato con il professor Adriano Fabris, ordinario di Filosofia morale, Etica della comunicazione e Filosofia delle religioni, a ragionare su quale sia lo stato della fede oggi.

Per rinnovare l’abbonamento o sottoscriverne uno nuovo telefona allo 050.565543 o allo 055.277661.